Vietnam – 4 capitolo – ha long bay Dec29

Tags

Related Posts

Share This

Vietnam – 4 capitolo – ha long bay

Arriviamo alla stazione di Hanoi la mattina molto presto, verso le cinque, e ritroviamo la consueta atmosfera rumorosa, lo scorrere liquido di una quantità incredibile di motorini che aumenta via via che passano le ore.
Una breve sosta per una doccia e un cambio veloce e poi si riparte alla volta di ha long bay.
Pel l’imbarco sono circa quattro ore di macchina. Sarebbero meno se non si trattasse di uscire da Hanoi e dal suo traffico indescrivibile.
La strada non ha niente di particolare. Certo, ormai siamo abituati ai panorami mozzafiato delle “nostre” montagne di Sapa e temo che da ora in poi niente sarà più così bello.
Arriviamo ad ha long bay che è quasi mezzogiorno e ci imbarchiamo sulla nostra barca, la Paloma, per una mini crociera nella baia.
La Paloma è piccola ma carina e ben curata. Il manager è un francese che parla perfettamente vietnamita, la cabina pulita.
Passeremo qui un giorno e mezzo, in navigazione nella baia.
Ancora una volta abbiamo la certezza di aver fatto la valigia sbagliata, perché il tempo è grigio e coperto.
Ma anche così il panorama è piuttosto suggestivo, con le quasi duemila isolette (molte sono poco più che scogli) della baia che affiorano dalla foschia.
Tuttavia, forse perché avevo aspettative troppo alte, forse perché l’ambiente acquatico non è il mio, che resto una terricola, la baia non mi colpisce particolarmente.
Certo, è bella, con le rocce che affiorano o si stagliano su un mare calmo e piatto, ma – complice forse il fatto che avevo troppe aspettative – non mi colpisce gran che.
Anche le escursioni al villaggio galleggiante e alla grotta sono interessanti, ma non affascinanti.
Insomma, dalla pace delle montagne di Sapa siamo tornati nel mondo nel quale i turisti (e qui è decisamente difficile non passare per tali, non fosse altro che per le fattezze) fanno tutti le stesse cose e devo sempre stare seduti.
E così, dopo una mattinata in navigazione e un brunch alle 10.30 (la cucina sulla paloma non è affatto male. La sera abbiamo anche imparato come fare gli spring rolls vietnamiti) sbarchiamo e torniamo ad Hanoi per prendere il treno notturno per hue.
Si cambia ancora paesaggio.
Questa volta non so che cosa aspettarmi esattamente e forse è meglio così.

20121229-170906.jpg

20121229-170918.jpg

20121229-170933.jpg

20121229-170948.jpg

20121229-171001.jpg

20121229-171011.jpg

20121229-171022.jpg

20121229-171036.jpg

Tutto il viaggio

Vietnam – Prologo

Vietnam – capitolo 0 – la valigia

Vietnam capitolo 1 – Hanoi

Vietnam capitolo 2 – Sapa parte I

Vietnam capitolo 3 Sapa parte II

Vietnam capitolo 4 – Ha long bay

Vietnam capitolo 5 – Hue

Vietnam capitolo 6 – Hoi An 

Vietnam capitolo 7 – Saigon