le scarpe della regina elisabetta Mar19

Tags

Related Posts

Share This

le scarpe della regina elisabetta

oggi giornata di shopping semi compusivo che ha soddisfatto le mie voglie, o meglio le mie necessità, per un bel po’ di tempo.

fra le varie cose anche un paio di scarpe alle quali facevo il filo da tempo e alla fine mi sono detta che oggi ormai ero in ballo, tanto valeva ballare e le ho comprate.

uno dei motivi per i quali ho tante scarpe e tanti vestiti e tante borse e tanto di tutto (oltre al fatt innegabile che li compro) è che le cose mi durano tantissimo…è un po’ un cane ch si morde la coda, un circolo virtuoso…ho tante cose e le metto a rotazione, uindi con minore frequnza, ma comunque le tengo bene.

prima di mettere ogni paio di scare, ad esempio, faccio mettere sempre la gomma sotto alla suola (tranne a quelle che usavo per tango…), sia per proteggerle da pioggia, usura, sia perchè andando in motorino mi serve che non scivolino.

quindi, prima di portarle a casa, prma di metterle, tutte le mie scarpe fanno un giro dal calzolaio.

il mio calzolaio lavora in un centro commerciale, in un mister minit, niente quindi di meno romantico, di meno ciabattino delle favole, eppure è un personaggio che sembra uscito da un’altra epoca.

ha un’età indefinibile oltre i sessanta. potrebbe averne settanta o anche di più ed è sordo come una campana. la moglie, di età indefinibile anche lei, invece ha degli occhiali a fondo di bottiglia.

ogni volta che vado da loro mi diverto tantissimo perchè ormai mi conoscono e sanno che le scarpe che gli porto io non sono mai come tutte le altre.

lei adora le mie scarpe, ogni volta se le studia, le osserva, commenta sulla forma, sul colore, sul tacco, sulla punta. lui, da uomo (anche se del mestiere) nota soltanto che sono comunque diverse dalle altre, ma non ne subisce il fascino.

quelle di oggi, tuttavia, le ha commentate.

quando sono tornata a prenderle, porgendomele, mi ha detto “delle scarpe così le porta solo la regina elisabetta”

beh, mentre io le riponevo con cura nella loro scatola ho spalancato gli occhi, perchè francamente l’effetto che immaginavo con quelle scarpe non era proprio “modacomoda” da regina elisabetta, che ha un gusto tutto suo, va ammesso, ma di certo lontano dal mio, soprattutto in fatto di scarpe.

non so se ha colto la mia espressione, oppure se ha tenuto a rimarcare il commento, perchè ha aggiunto “delle scarpe così le porta solo una regina!”

ecco, da un eccesso a un altro magari, ma al mio calzolaio le mie scarpe sono piaciute…