Tags

Related Posts

Share This

la catena del capitano

e va bene, obbedisco!
nominata in una catena dal buon capitan charisma, poichè ho la disciplina nel DNA, non posso che rispondere "signorsì!"
 
ecco quan una breve cronistoria del mio blog (che si avvia a compiere tre anni)
 
che cosa mi ha spinta ad aprire un blog
chi lo sa…sapete che proprio non me lo ricordo?
ricordo solo che una volta mi sono ritrovata per caso nello spazio di msn e ho cominciato a giocare finchè non mi è venuto fuori uno spazietto carino carino…
per mettere ordine nei miei pensieri… e poi credo che sia stato perchè alla fine per una malata di scrittura come me era un’occasione d’oro per poter scrivere e sperare di essere anche letta….
 
il mio primo post
3 marzo 2005 ore 18.03
"Benevenuti nel mio spazio personale, che spero sia accogliente e piacevole per voi come lo è per me.

Benvenuti sulla mia lavagna, nel mio diario.

Benvenuti a voi nel mio spazio e a me nel vostro tempo. "

era proprio così, scritto in arancione….

 

il post di cui mi vergogno di piu’
…qualcuno rimasto (per l’appunto) fra le bozze del mio spazio e mai pubblicato….
(del resto lo spazio è mio e me lo gestisco io…sta a vedere che ci metto cose dentro delle quali…mi vergogno)
 
il post di cui sono piu’ fiera
uh mamma mia..
ogni scarrapostone è bello alla gatta sua (v. sopra)
…che dire…così di primo acchito direi però quello che si intitolava aquaplaning, perchè, come i personaggi di pirandello, mi si presentò in testa prima e nelle dita poi bello e fatto.
da una banale sterzata in motorino sotto la pioggia per evitare una lattina mi è saltato fuori un post che ho scritto con la mente mentre arrivavo in ufficio e trasferito sulla tastiera senza cambiare nemmeno una virgola

 
 
la catena non la passo a nessuno…
anche se sarei curiosa di conoscere le storie di persone come la sempre curiosissima e sveglia lillasilykot alla ricerca dei colori, della multipurpose caffeina dell’ing. federico (che festeggia in questi giorni il suo primo compleanno da blogger)….e anche di andrea, il mio amico scrittore che ogni tanto passa di qua…
gli altri non sono graziati, non credano….