Tags

Related Posts

Share This

la decima musa

è un periodo che non riesco ad ascoltare un album per intero…
 
ho da quasi sei mesi un nuovo iPod, dopo che il mio mini rosa si sfracellò sulla strada (o fu rubato insieme al mio palmare, francamente propendo per questa seconda ipotesi…)…nel mio defunto iPod avevo 6 GB di musica che stava lì da anni…
gli album andavano e venivano, e quando andavano restava magari una, due canzoni….restavano quelle segnate con le 5 stelle
, nella playlist "cinquestelle", c’erano quelle che mi contorcono lo stomaco nella playlist "arrovellabudella", c’erano quelle per correre, quelle per andare e tornare dall’uffficio (la prima metà brani "tonificanti" per andare al lavoro, la seconda brani rilassanti per tornare a casa)
poi c’erano gli evergreen, album interi che non toglievo mai, perchè erano quelli che avevo voglia di sentire sempre, anche quando non avevo voglia di sentire nulla….la platinum collection di mina, rino gaetano, gli stadio, ben harper, norah jones e altri…
 
sul nuovo iPod, invece, nonostante siano passati quasi sei mesi, non ho ancora fatto una playlist.
quasi non so che cosa c’è dentro, ma, ogni volta che voglio mettere ordine, non so mai che cosa togliere!
arrivo lì armata di buoni propositi…e mi manca il coraggio di togliere ligabue, o quell’album che avevo scordato di avere ma che ho sentito ancora poche volte per sapere se mi piace o no, e anche quell’altro che è lì da tanto tempo, ma ci sono affezionata…in buona sostanza 4 GB di musica mi sembrano pochi!
 
così finisco per affidarmi al caso e mettere i brani casuali, giocando a indovinare che brano è dalle prime note….
 
e pensare che una volta andavo in giro con le cassette….ma ricordo che anche lì, per scegliere la cassetta mi ci voleva del tempo…avevo persino alcune cassette "stagionali", ossia che ascoltavo "solo" in inverno o nella bella stagione ("The Concert in Central Park" di Simon & Garfunkel era, per esempio, una cassetta da primavera….forse perchè la prima volta l’avevo sentita in primavera…), altre "da giorno" o "da sera" (ma questo lo penso tutt’ora….ci sono musiche che si devono sentire di giorno e altre di sera), alcune da spiaggia e altre da cameretta….
 
ma non ho mai pensato che una cassetta fosse "poco"…(certo, poi scegliere le cassette da protare in vacanza era un altro paio di maniche...)
ultimamente invece non riesco a trovare l’ispirazione per aggregare le canzoni fra loro, mi sfugge un filo conduttore, un argomento, non mi vengono idee…una sorta di blocco dell’utilizzatore….mi lascio trasportare dal caso e mi ritrovo con un languido tango seguito da un pezzo degli iron maiden e subito dopo rosana che canta a fuego lento….
 
ora mi capita con la musica, ma qualche volta mi capita anche con i libri….mi sento svogliata, ne inizio mille e nessuno tocca le mie corde. magari mi piace, mi interessa la storia, mi affascina lo stile, ma…non riesce ad emozionarmi…
e se non c’è emozione l’interesse cala presto.
 
e io che pensavo che l’ispirazione servisse solo per comporre, per creare qualche cosa, una musica, una poesia, un racconto, un quadro…
invece, evidentemente, ci mettiamo un che di creativo e artistico anche nelle vesti di fruitori dell’arte.
evidentemente si deve essere ispirati anche per ricevere arte, sia essa musica, letteratura, pittura….
 
ci sarà una musa, la decima e sconosciuta, anche per chi dell’arte è destinatario…..