Tags

Related Posts

Share This

incontri

(saracadula…)
 
può uno scontro trasformarsi in un incontro?
può un fantasma prendere corpo e diventare una persona vera?
 
(… magica bula…)
 
ci si può specchiare nelle acque scure di un lago, aspettandosi di non vedere nulla, o magari di trovare una creatura strana che ne abita le profondità….e invece vedere se stessi?
si può guardare il viso di una persona che sembra così diversa…e vedersi come in uno specchio?
tali e quali?
 
(…bidibibodibibu)
 
e così, per curiosità, seguendo un istinto, dando retta a quella vocina che dice "è la cosa migliore, anzi no, è la cosa GIUSTA!", buttarsi in qualcosa che tutti ti direbbero di non fare, perchè magari non ha senso…
ma chi sono tutti per sapere che cosa va fatto e che cosa no?
chi sono tutti per dare un senso alle nostre azioni?
 
e allora ci si ritrova in una serata calda e sotto un cielo stellato, in una roma ancora non troppo affollata, si rompe il ghiaccio fermandosi ad ascoltare un gruppo di hare krisnha che ballano e cantano sotto al pantheon…hanno proprio l’aria dei matti, così conciati, che ballano e sembrano sempre felici non si sa di che…ma che mettono allegria.
ci si ritrova a camminare senza meta, ma seguendo un percorso che sembra disegnato dalle parole.
ci si ritrova a passare quattro ore, ma a pensare che siano stae di piu’…
e a sperare che ce ne siano altre…
 
ci si ritrova a vedere una fotografia al negativo, si proprio al negativo, con i colori invertiti…
a tutta prima non ce ne accorgiamo, ma a guardare bene è la nostra immagine!
siamo noi, in quel negativo…se sviluppassimo quella foto si vedrebbe benissmo…
e si vede che quello che pensavamo distante ediverso, è uguale a noi…
che ciò che ci faceva paura…ha magari le nostre stesse paure…
e ci si scopre uguali, nonostante tutto.
 
è strano come una situazione che guardata di fuori è assurda, surreale, una situazione che sembra saltata fuori dalla mente fantasiosa di uno sceneggiatore sia…normale, tranquilla
è strano vedere che qualcosa che potrebbe sembrare tutto storto…alla fine si raddrizza….
 
e ci si ritrova a parlare serenamente, di case e coabitazioni, di lavoro, di speranze, di esperienze, dimenticando completamente quello che ci ha portate lì…a dire "ah già…." ricordandolo, e anche a riderne…
sembra appartenere tutto a un mondo così lontano, a un tempo così diverso, a una vita che apparteneva a qualcun altro…
e si riempiono di parole tutti i silenzi, di spiegazioni tutti i gesti.
avete presente il gioco della settimana enignìmistica "che cosa apparirà?" quello con tutte le linee curve, dove devi "riempire gli spazi contrassegnati da un puntino" e salta fuori una figura?
proprio quello! se guardi quelle linee aggrovigliate non ci vedi niente, ma se riempi gli spazi con pazienza, appare una scena
 
si, la vita fa certi scherzi…
e anche quando sembra che sia stata ingenerosa con noi, anche quando ci chiediamo perchè ci sia successo proprio quello, anche quando ci sembra che niente potrà piu’ essere come prima, ecco!
succede qualcosa e "zac!" cambia tutto, capisci perchè le cose sono successe…e finalmente gratti via la scorza di male che pensavi ne contenesse altro e vedi il bene che c’era dentro…
 
saracadula…
magica bula…
bidibibodibibu
 
un po’ di magia ci vuole….ma a volte bisogna darle una piccola mano…. 
 
non avete capito niente?
"e non c’è niente da capire…." cantava de gregori…
state tranquilli, va bene così….
 
 
p.s. non mi drogo
p.p.s. non sono ubriaca
p.p.p.s. sto prendendo antibiotici e altri farmaci ma NON psicofarmaci (effetti psicotici non sono nemmeno fra gli effetti indesiderati…)
 
aggiornamento dell’ultim’ora: stamani sono andata a curiosare, perchè un po’…dai diciamolo…ci speravo….
grazie….ora mi rimetto in pari…
(questa la capiamo in due….)