Tags

Related Posts

Share This

la febbre del lunedì mattina

forse ai piu’ attenti di voi non sarà sfuggita la mia insofferenza per la malattia, per il minimo impedimento alla mia vita normale…
così, mentre mi interrogo su terapie chimiche che dovrebbero aiutare il mio organismo, mentre ne alterano gli equilibri, mi ritrovo ferma a casa con la febbre…
a dirla tutta è una settimana che mi aggiravo sui 37.3-37.5…ma un giorno dovevo fare una cosa, un altro giorno un’altra, il weekend dovevo partire…e allora non mi decidevo mai a starmene buonina buonina a casa un paio di giorni…ho rimandato  sperando che passasse da sola, in fondo la febbre è sinonimo di reazione dell’organismo..s.e reagisce è perchè sto guarendo..(lasciate perdere, ho teorie mediche tutte mie, per fortuna faccio la giurista….si vede che porto in me il germe dell’avvocato…)..
e invece da ieri il mio organismo si è ribellato.
febbre a 37.8 (forse anche di piu’, ma preferisco non sapere), mal di gola, sensazione di gambe spezzate (avete presente il dolore dietro alle ginocchia?)…e storica decisione di tre giorni a casa, dopo aver per un momento pensato "resisto un paio di giorni, poi magari sto a casa giovedì e venerdì…
invece ho ritenuto meglio fare la brava, stare a casa ora che sto benino, invece di ritrovarmi delirante con la febbre a 40…
 
solo che a casa buona buona non ci so stare….approfittando del tempo quasi primaverile sto facendo lavatrici da ieri, ho messo a posto già un paio di mobili pieni di roba da mesi, ho una lista di cose da fare e sto resistendo alla tentazione di darmi al mio passatempo preferito: far esplodere il contentuto dell’armadio e rimetterlo a posto….resisito solo perchè è un lavoro molto lungo e non so se ne ho la forza…
oggi mi sono imposta di non fare nulla (ok, una lavatrice sola), sto resistendo alla tentazione di cucinare solo perchè sarebbe crudele con il marito a dieta sfornare torte dolci e salate…(stasera ho in mente un pesciolino dietetico…e per me mi sono fatta una creme caramel, che trovo piacevolemandar giu’ con il mal di gola…)…e poi non sento i sapori…non c’è gusto…
mi sono vestita (detesto stare a casa in pigiama tutto il giorno e poi ritrovarmi la sera…in pigiama…mi è capitato solo nei casi di febbre a 40 e oltre, ma lì dormivo tutto il giorno), sto leggendo un po’. appena mi siedo o mi sdraio mi ritrovo coperta di gatti (a loro non pare vero che io stia in casa tutto il giorno, a me non parevero averfe qualcuno che mi intrattiene con giochini divertenti)…
insomma, sto assecondando il mio organismo, che forse voleva che mi fermassi per qualche giorno…sto mangiando quello che mi chiede di mangiare, dormendo quando mi chiede di dormire, non sto facendo nulla di pesante o faticoso o impegnativo..
sto riscoprendo il mio palazo nel pomeriggio dei giorni feriali…mi sembra di essere tornata all’università…c’è lo stesso silenzio, la stessa luce di quando studiavo..manca solo la radio di mia madre in sottofondo e la voce di mio fratello nella stanza accanto…
 
è bella la luce di casa mia il pomeriggio….dopo pranzo batte il sole sul letto! è piacevolissimo sdraiarsi a leggere mentre il sole scalda le ossa…
 
è tutto molto riposante..ma spero che tre giorni bastino per rimettermi in forze….