Tags

Related Posts

Share This

money makes the world go round…

in queste mie lunghe giornate lavorative (ultimo trimestre…chiusura dell’anno…budget…), mentre mi sembra di stare sotto i bombardamenti, dove invece delle bombe (per fortuna) mi arrivano in testa cose da fare, mentre entro in lunghissime riunioni dalle quali non so quando uscirò, ma l’unica certezza è che ne uscirò con nuove cose da fare "entro ieri", mi ritrovo spesso con la mente che vaga per conto suo…
 
la curva dell’attenzione, mi pare di ricordare, cala dopo 20 minuti, è fisiologico, provato scientificamente…quindi se di tanto in tanto il mio spirito abbandona il mio corpo per vagare qua e là, poco male, fa parte della mia natura umana…
e così, in uno dei miei girovagare, mi sono trovata a pensare al motore del mondo.
i soldi.
inutile far finta che non sia così, sono i soldi che fanno girare il mondo.
 
ma se così non fosse?
e allora mi sono ritrovata in un mondo nel quale il denaro – e tutto ciò a lui legato – ha una valenza minore, secondaria.
dove tutto il resto viene prima.
 
ed è, credetemi, un mondo bellissimo!
si lavora meglio, le scadenze non sono date nelle aziende dal fatturato e dagli incassi, non si deve correre perchè "a fine anno si deve incassare".
la produzione va avanti, quando è pronta viene consegnata e anche i pagamenti sono fatti con meno problemi…
e poi non ci sono i ladri, se il denaro non è importante, non c’è corruzione ("ti do del denaro se tu fai questo…"…ma se a me il denaro non interessa chi mi può corrompere?)
ci sono meno guerre, non ci sono personaggi assetati di potere, i servizi funzionano a meraviglia.
insomma, è un gran bel mondo….è tutto colorato, con il cielo sempre blu, i prati verdi, le casette variopinte, i bambini che corrono sui prati, le farfalle sui fiori, gli uccellini che cantano allegri e gli scoiattoli che giocano sui rami…
 
la voce dei miei colleghi che discutevano sugli incassi da fare a fine anno mi ha riportata pesantemente quaggiu’. uno strattone, come quelli che si danno ai palloncini pieni di elio quando vogliono volare via…
 
mollare tutto il resto, lasciar perdere qualsiasi altra attività (fosse vero poi che si può lasciare indietro il resto…) concentrarsi sui soldi, portare a casa i soldi….
 
ho scosso la testa per cacciare via quei bei pensieri e non farmi distrarre ancora…forse quel mondo non solo non esiste, ma non esisterà mai.
ho guardato fuori dalla finestra un po’ sconsolata, mentre cifre e numeri mi rimbalzavano intorno….
non sono prorpio sicura…ma credo di aver visto un uccellino che mi strizzava l’occhio….