Tags

Related Posts

Share This

la forma del tempo

 
"come te lo immagini tu il tempo che passa?"
è la domanda che mi fece una volta un amico
"io lo immagino come una spirale" e tracciò nell’aria un segno, una spirale che si avvolgeva su se stessa
 
a dire il vero io non avevo mai visualizzato il tempo in un’immagine.
dovendo rispondere a lui ci provai, ma l’unica cosa che mi veniva in mente era una linea retta, cosa un po’ banale, a pensarci bene. e comunque la mia idea di tempo non era una linea retta, ossia, non rispondeva al mio modo di sentire il tempo.
forse io il tempo non lo visualizzavo affatto.
 
però quella domanda ha continuato a ronzarmi nella mente, come se, ora che sapevo di poter disegnare il tempo, volessi a tutti i costi dargli una forma.
avevo scordato questa domanda fino a quando non leggo questo articolo, nel quale si parla proprio di una studiosa che da anni sta raccogliendo le diverse visualizzazioni del tempo. e le ha raccolte in un enorme database.
fra tutte queste visualizzazioni ho trovato anche la spirale (in diverse forme), la stessa rappresentazione del mio amico, solo che la sua andava restringendosi…chissà, forse perchè il mio amico è over 40, mentre quella che trovo sul database è di uno studente di 21 anni…
 
io ancora non riesco a disegnare il tempo…forse la mia rappresentazione somiglia a un groviglio di linee che si intersecano (tipo quella che trovate per prima nella penultima riga del database pubblicato…non riesco a inserire l’immagine…)…
 
si, il mio tempo, forse ho trovato la risposta, è un groviglio fatto da un unico tratto, che si incrocia formando spazi, alcuni pieni, altri vuoti….un’unica linea che scorre senza regole e cambia direzione continuamente…
 
no, decisamente il mio tempo, a differenza di quello del mio amico, non scorre ordinato da un inizio a una fine…
il mio tempo….va…
e il vostro?