Tags

Related Posts

Share This

dalle sabbie del sahara – prologo

rieccomi qua, ancora con addosso la sabbia rossa del sahara, con le valigie in parte disfatte e la lavatrice che va in sottofondo…
con borse piene di sabbia (si infila ovunque) e ricordi, con la macchina fotografica piena di immagini, le orecchie piene di musica tintinnante e lo zagarit, l’applauso delle donne berbere, una specie di trillo fatto sbattendo la lingua contro la parte superiore del palato (difficile a dirsi e ancor piu’ a farsi) , in bocca ancora il gusto del cous cous e del thè alla menta, nel naso i profumi delle spezie e sulle mani un tatuaggio all’hennè che sta scomparendo.
doveva essere una vacanza questa volta, sembrava un periodo di tutto riposo, meno avventuroso degli altri anni…quasi tutto organizzato, pochi spostamenti, un matrimonio…
invece la vacanza si è magicamente trasformata in un viaggio, in una bella avventura, nella scoperta ogni giorno di qualcosa di nuovo…
 
dall’hammam di djerba, ai festeggiamenti per il matrimonio dei nostri amici, dalla sabbia del sahara al pane cotto di notte sotto la brace del deserto, dall’eleganza di alcuni sobborghi di tunisi fino alla tradizione della sua medina.
 
tante cose, tanti ricordi, tante storie da raccontare….
 
un po’ alla volta, quando avrò fnito di riorganizzare i ricordi e razionalizzare le emozioni.