Tags

Related Posts

Share This

vincitori e vinti

Bisogna saper perdere!
Bisogna saper perdere!
Non sempre si può vincere
ogni volta che tu vuoi

[the Rockers ]
 
quando ero piccola, in periodo elettorale,le tribune politiche mi annoiavano moltissimo.
mi piaceva solo il nome del conduttore, jader jacobelli.
nella mia fantasia infantile era una specie di nome magico, strano, buffo…
ma il mio interesse finiva li’, anzi, non sopportavo che con la scusa delle tribune elettorali cambiasse il palinsesto e sparissero i cartoni animati.
 
ricordo pero’, avro’ avuto sei anni, che dopo le elezioni aspetttavo con interesse i commenti dei partecipanti.
avevo capito a grandi linee chi aveva vinto e chi aveva perso diciamo così, ai punti e volevo proprio vedere che cosa sarebbe accaduto.
anche li’ la mia visione infantile del mondo mi faceva immaginare scene di giubilo da un lato e di disperazione dall’altro, gioia irrefrenabile per la vittoria e dolore per la sconfitta.
 
con mio enorme stupore invce mi ritrovai ad ascltare affermazioni di questo tenore:
"il nostro partito ha riportato un risultato straordinario!"
"per noi questo è un grandissimo risultato!"
"gli elettori ci hanno dato fiducia e ragione!"
 
cosi’ guardai mio padre, che era l’adulto che aveva sempre le risposte a tutto.
 
"ma papà, come è possibile che tutti abbiano vinto??? come è possibile che nessuno abbia perso???? qualcuno dovrà ben aver perso e qualcun altro vinto….perchè dicono tutti che hanno vinto???"
 
mio padre mi guardò e si mise a ridere e si trovò a dovermi dare ragione.
 
se tutti avevano vinto voleva dire che o che avevano perso tutti oppure che chi aveva perso stava da qualche altra parte e magari non se ne era accorto….