Tags

Related Posts

Share This

una finestra sul mondo

ieri ero al telefono con un amico, che per la prima volta ha visto un blog…
nessuno osi commentare…esistono ancora persone che non frequentano blog, chat, che usano la posta elettronica solo per comunicazioni di servizio o di lavoro…
"ma che è questa roba??" mi ha detto "la gente ha davvero il tempo per scrivere queste cose? e perchè dovrebbe raccontare i fatti suoi a dei perfetti sconosciuti???"
 
anche se non era il mio blog a suscitare la sua "curiosità", ho cercato una spiegazione…
e anche se io per prima ho un blog, se ho attaccato questa mania a varie persone, l’unica spiegazione che gli ho saputo dare e che ho saputo dare a me stessa è stata presunzione ed esibizionismo.
 
e si alzino pure i cori di "nooooooooooooo!", ma mi metto io per prima, indosso io la maglia rosa dei presuntosi e degli esibizionisti
io, che di persona diro’ tre parole di fila.
io che divento rossa se mi si rivolge la parola
io che divento bordeaux se devo rivolgere la parola a qualcuno
io che sono timida anche per telefono
 
eppure a scrivere non mi sento insicura, anche se penso che qualcuno mi possa leggere…
 
e io scrivo quasi ogni giorno.
 
ho tutti i giorni qualcosa da dire?
e di che parlo?
 
a chi interessa se una mia collega ha lo sguardo triste?
a chi interessa se il vento mi piace e mi fa paura al tempo stesso?
a chi interessa se il mio parrucchiere è scomparso e io mi sono fatta i capelli rossi?
a chi interessa se popolo la mia stanza di oggetti?
a chi intressa se un mio collega fa commenti banali (o meglio, che io reputo banali) sulla festa della donna?
 
insomma, io dico di scrivere per me, ma non lo faccio sul mio diario, bensi’ in posto pubblico, dove lo so che la gente mi legge.
e tutta questa riflessione non mi porterà certo a scrivere meno, anzi, da questa riflessione è nato un altro post…
 
siamo tutti convinti di avere cose essenziali da scrivere, abbiamo tutti la presunzione dell’editorialista, pur non avendone il ruolo, siamo tutti opioninisti non richiesti.
abbiamo tutti un’urgenza insopprimibile di dire qualche cosa…
ma a chi?
e perchè?
 
in un mondo dove il papa dovrbbe stare zitto anche su argomenti che lo riguardano e qualunque tronista (una parola nuova che ho imparato dal parrucchiere) puo’ dare lezioni di morale e di stare al mondo, perchè ognuno di noi non potrebbe fare lo stesso?
 
solo che cosi’ mettiamo in piedi un coro di voci soliste.
dietro uno schermo, l’ho detto tante volte e ne sono sempre piu’ convinta, ci si nasconde, non è vero che ci si mostra davvero per cio che si è.
ci si crogiola nelle proprie opinioni e il contraddittorio è minimo.
in un blog poi torna chi lo apprezza, se non piace, si va altrove..
e allora ecco un coro di voci soliste che canta la stessa canzone o tutt’al piu’ batte le mani.
 
stiamo a poco a poco perdendo il gusto per il confronto diretto, che certo è piu’ difficile, ma piu’ vero.
ci nascondiamo cosi’ possiamo scappare senza che nessuno ci venga dietro…
 
"ma attraverso internet si hanno piu’ possibilità di incontro, si conoscono persone che non potremmo mai conoscere dal vivo"
vero.
ma le mille persone che incrociamo su internet le conosciamo davvero? o ci servono solo per provare se la cyber maschera che ci siamo cuciti funziona? per vedere che cosa dobbiamo dire o raccontare per renderla piu’ aderente al personaggio?
 
"ma internet è una finestra sul mondo!"
vero.
ma non rischieremo di passare sempre piu’  tempo affacciati alla finestra, senza uscire mai a vedere che cosa c’è oltre la finestra?
non rischiamo di imprigionarci in un mondo virtuale perchè quello reale – che non conosciamo piu’ – ci spaventa?
 
[quanto sopra detto da me puo’ sembrare contraddittorio, dato che – lo ripeto – il blog ce l’ho, gli sono affezionata e continuero’ ad averlo…nè sto spuntando sul foglio su cui scrivo…la mia è solo una riflessione, nata da una conversazione vocale con un amico, una persona che è fuori dal cyber mondo e che mi ha aperto una finestra diversa da quella dello schermo del pc.
una finestra dalla quale entra aria.
fredda]