Tags

Related Posts

Share This

odori di casa

ogni casa ha il proprio odore, buono o cattivo, ma ha il proprio odore.
e risentirlo rievoca ricordi e  provoca emozioni…(cosi’ come quando sono tornata nella casa della madre di una mia compagna di scuola e mi è venuto spontaneo chiedermi se avevo portato il libro per fare la versione di greco….)
e l’ odore racconta quella casa, racconta che vita ci si fa, racconta chi ci vive.
 
non avevo mai sentito l’odore di casa di mio padre, fino a che non me ne sono andata. ora quando vado da lui sento che odore ha quella che era casa mia…
ha l’odore dei sogni e delle speranze, ma anche delle paure e dell’ingenuita’.
ha l’odore di chi sta crescendo
 
la casa di mia nonna ha odore di pulto, di campagna, della gommapiuma dei divani e di mobili di legno pesante e scuro.
è l’odore della mia infanzia, l’odore delle vacanze
 
la casa di mio fratello odora di nuovo, di vernice fresca, di legno di mobili nuovi, di cartone da imballaggi, di pulito.
ha l’odore della felicita’ e dell’entusiasmo
 
la casa dei miei suoceri ha odore di cucina, di libri, un po’ di fumo.
ha l’odore di quando ero davvero molto felice e scoprivo un mondo nuovo. ha lìodore di UN sogno
 
la casa dei miei amici G&G ha un’odore di cucina, bimbi, travi di legno e umidita’.
ha l’odore della famiglia
 
 
non sento invece subito l’odore di casa mia finche’ non ritorno dopo qualche giorno di assenza. è un misto di cannella, arancio, vaniglia. e di chiuso, perche’ non c’è quasi mai nessuno.
è l’odore del rifugio. è quello che faccio piu’ fatica a sentire con l’olfatto, quello che – consapevolmente – avverto di meno.
ma forse è quello che sento di piu’ con il cuore