Tags

Related Posts

Share This

(non) ho l'eta'….

io ho un’eta’ nella quale si comincia a pensare ai figli…
se gia’ non si hanno
o meglio, ho quella strana eta’ nella quale se non hai dei figli la gente ti comincia a guardare, a notare ogni gesto che fai, ogni parola che dici, cercando di capire se e’  la volta buona o no…
se dici che hai voglia di mangiare qualcosa….
se dici che hai sonno….
se sei ingrassata….
 
e tutti ti chiedono "quando lo vogliamo fare questo bambino?"
 
poi ci sono i tuoi coetanei con i figli.
 
alcuni di loro tranquilli, sereni, che non te ne parlano per niente, se non interrogati, che non se ne fanno un problema…
e molti li giudicano persone che si accontentano di poco (!)
 
altri non fanno che terrorizzarti, che guardare alla tua vita di DonnaLiberaSenzaVincoli con un misto di curiosita’ e invidia.
che ogni volta che esci la sera immaginano che tu vada a fare chissa’ quali cose divertenti che loro si stanno perdendo.
che ti dicono, con un misto di invidia e di mal celato disprezzo "eh, beata te, finche’ puoi….."
che, se fai un viaggio, ripetono "eh, viaggia adesso, che poi finisce la pacchia!"
 
come se invidiassero la tua liberta’, ma al tempo stesso condannassero il fatto che ce l’ahi.
indipendentemente dal perche’ non hai figli
sia che tu non li voglia, sia che tu non li possa avere, sia che tu non abbia nessuno di decente con cui condividere un progetto di questa importanza….
 
stamattina mi veniva da pensare come siamo cambiati.
 
oggi un figlio e’ per molti un ostacolo, un peso.
nessuno che ha dei figli dice di non essere felice di averne, per carita’, ma in molti traspare un rammarico per cio’ che ha dovuto perdere in cambio di un figlio.
 
ma la vita, e’ davvero uscire la sera quando se ne ha voglia?
 
e’ tutto qui?
santo cielo, allora io ho una vita invidiabile, non mi manca proprio nulla!
libera come sono da legami dovrei essere il paradigma della felicita’ e della soddisfazione!!!
ma non e’ proprio cosi’….
 
mi ritrovo cosi’ di nuovo a pensare che siamo diventati individualisti ed egoisti.
che ci sembra mostruoso dire che chi ha un figlio perde qualcosa invece di guadagnarlo, ma che nel profondo piu’ profondo e’ proprio quello che pensiamo……
 
ma un figlio e’ la vita che va avanti, siamo noi che ci guadagniamo l’eternita’, perche’ quando non ci saremo piu’ ci sara’ ancora qualcosa di noi sulla terra, che continuera’ ad esistere per sempre…
 
e’ vero che un figlio ti cambia la vita, cambia le tue priorita’, i tuoi doveri, dispone interamente del tuo tempo.
ma io vedo anche gente che si organizza e fra nonni e baby sitter esce.
non esce tutte le sere, ma seleziona le sue uscite, solo se ne vale la pena.
il che non e’ un male…..
e vedo anche gente che viaggia con bimbi piccolissimi
un mio amico quest’estate, da solo, ha preso le sue bambine di 4 e 2 anni e se l’e’ portate per un mese a new york…
e’ ancora vivo, si e’ divertito, le bambine si sono divertite.
 
e’ vero, io non ho figli e la sera esco quando mi pare e posso disporre del mio (scarso) tempo libero come meglio credo.
 
ma e’ questa la vera liberta’?