Tags

Related Posts

Share This

ritagli di tempo

"Fugit irreparabile tempus"
[Virgilio – Georgiche – 3, 284]
 
oggi penso che inventero’ un po’ di tempo per me.
penso che – complice il cielo grigio – usciro’ un po’ prima dall’ufficio, sperando di non trovare troppo traffico, e faro’ un po’ di cose che devo fare da tempo, come comprare le lenti a contatto, fare un paio di commissioni…
 
niente di speciale, probabilmente anzi finiro’ per restare imbottiglaita nel traffico e la mia fuga finira’ sul raccordo anulare.
 
ma oggi ho voglia di quello che le riviste femminili chiamano "un po’ di tempo per me"…
 
il solo pensiero mi fa piacere e rende meno grigia questa giornata.
 
al che capisco che importanza ha il tempo, sopratutto quando se ne ha cosi’ poco. quando lo si trascorre correndo su e giu’ nel traffico, o seduti in ufficio cercando di rispettare le proprie scadenze, correndo dietro a cio’ che dobbiamo fare noi e a cio’ che vogliamo che gli altri faccaino per noi.
 
il tempo che e’ sempre meno, che perdiamo in mille cose inutili senza nemmeno rendercene conto.
che buttiamo nel traffico, nei rappporti superficiali, nelle arrabbiature inutili.
che sprechiamo inseguendo miraggi invece di concentrarci su quello ceh ci potrebbe giovare.
 
quanto tempo sprechiamo nella nostra vita?
 
oggi forse ne sprechero’ un po’ nel traffico.
ma ho voglia di uscire di qui…
 
quand’e’ che viviamo davvero?
mentre facciamo cose che preferiremmo non fare, ma alle quali siamo costrette, o nel poco tempo che ci resta per le altre?